Home - I Comuni - Emilia Romagna - Veneto

Mesola

Lungo la riva destra del Po di Goro, sorse sulle terre emerse dopo l'alto medioevo (XII sec.). Oggetto di tentativi di bonifica, territorio di caccia e pesca degli Estensi che nel 1578 vi edificarono il ben conservato Castello, tipico esempio di "delizia" e sede del centro di educazione ambientale con laboratori, biblioteca, acquari, audiovisivi per conoscere flora, fauna ed ambiente del delta del Po. Da vedere: le Dune fossili di Massenzatica alte 6-8 mt, profilo della costa adriatica in eta' etrusca e Torre dell'Abate opera idraulica del XVII sec. Lo "Smeraldo dell'Adriatico", cosi' veniva chiamato nel Rinascimento il Boscone della Mesola, e' cio' che rimane di una grande foresta, che copriva il litorale e parte della Bassa Padana sino ad un migliaio di anni fa. Situato in localita' Bosco Mesola, nel comune di Mesola, attualmente il Boscone ha un'estensione di 1058 ettari circa, 100 dei quali sono visitabili. La flora e' ricchissima: si contano oltre quattrocento specie arboree e arbustive ed erboree, fra le quali spicca il leccio. La fauna si qualifica per la presenza del "cervo della Mesola", specie autoctona e protetta, del daino e di altri mammiferi minori. Miriadi d'uccelli popolano questo bosco e sul suo lato sud, a ridosso della Sacca di Goro, si possono ammirare numerose specie acquatiche. Il Boscone della Mesola e' visitabile solo il sabato e la domenica dalle ore 8.00 alle ore 18.00. Per le scolaresche, nel periodo delle gite scolastiche, previa autorizzazione, e' apero ogni martedi' e venerdi'.